venerdì 23 agosto 2013

Among Others - Jo Walton

(english translation below)

Among Others di Jo Walton ha vinto lo Hugo Award nel 2012 e il Nebula Award nel 2011. Scritto in forma di diario, è la storia di una giovane gallese di nome Morwenna, che ha l'abilità (o maledizione?) di poter vedere le fate; dopo la morte della sorella gemella, causata dalla loro folle madre, si ritrova disabile (non può camminare se non con un bastone). Riesce a sfuggire a sua madre e si mette in contatto con il padre, che non ha mai conosciuto, e che decide di iscriverla in un collegio.
Il romanzo descrive i primi sei mesi nel suddetto collegio, ma non è il tipico romanzo di formazione – con più che un tocco di realismo magico; piuttosto, è una lettera d'amore per il genere F&SF. Morwenna legge moltissimo, specialmente fantascienza, dato che il romanzo è ambientato negli anni '70, in cui il genere F&SF si stava affermando; il libro contiene un vasto campionario di citazioni e considerazioni sui grandi classici del genere e la lettura in generale.
L'amore che Morwenna prova nei confronti del genere porta legittimamente il lettore a chiedersi: davvero può vedere le fate e fare magie? O è semplicemente pazza e delirante?

"Non ha importanza. Ho dei libri, nuovi libri, e posso sopportare qualsiasi cosa finché ho dei libri."

Il libro sarà pubblicato, presumibilmente quest'anno, dalla Gargoyle Books.

Among others by Jo Walton won 2012's Hugo Award for Best Novel and 2011's Nebula Award for Best Novel. Written as a journal, it's the story of a young welsh girl named Morwenna, who is blessed (or cursed?) with the ability of seeing fairies; upon the death of her twin sister, caused by their mad mother, she ends up badly injured – she cannot walk unless with a stick. She then manages to escape from the clutches of her mother and gets in touch with her father (whom she has never met before), who decides to put her in a college.

The novel deals with Morwenna's first six months in said college, but other than your typical Bildungsroman - with more than a touch of magical realism – it is, above all, a love letter to the F&SF genre. Morwenna reads a lot, mainly Science Fiction, since the novel's set in the '70s, the decade of the boom of F&SF; the book constantly quotes and offers Morwenna's recounts of the great classics of the genre and what she thinks of the activity of reading.

Morwenna's fascination for the genre leads to the question which legitimately echoes in the reader's mind: can she really see fairies and do magic? Or is she simply crazy and delusional?

"It doesn't matter. I have books, new books, and I can bear anything as long as there are books."

Nessun commento: